Emigrante

Per i post relativi all'immigrazione in UK pregasi cliccare "Inghilterra" nell'indice a destra, piccoli bambini speciali!

domenica 27 luglio 2014

Perchè NON emigrare

Cari amici con tanto uccello ma poco cervello...


Ultimamente sono stato interpellato parecchie volte da gente che chiede consigli su come emigrare. Nel 90% dei casi mando a fanculo per partito preso, ma a volte rispondo cortesemente e inizio a fare qualche domanda. Il problema è che in quasi tutti i casi poi mando a fanculo comunque, quindi penso che sarebbe meglio programmare un bot che mandi immediatamente a cagare tutti quelli che mi scrivono, sarebbe più efficiente!

Per farvi capire la situazione, vi riporto alcuni dei dialoghi che ho avuto ultimamente:

Me: OK, che titoli hai?

Testa di Minchia: Ci ò la laura del DAMS di Bulagna!

Me: Guarda, è una laurea che non serve a una beata minchia in Italia, figuriamoci in UK!

TdM: Vabbè che un lavoretto lo trovo, nel frattempo mando i civvi ed entro in un ufficio a londra!

Me: Ceeeeeeeeeeeeeeerto!


Ora capite perché sono così maldisposto verso quelli che mi chiedono consigli? Dio palata di merda su un muro bianco, già devo avere a che fare con teste di minchia al lavoro, devo vedermele davanti anche su Internet? Iniziamo ad analizzare gli errori:

Primo errore: L'UK non e' il paese dei balocchi

Molti sono convinti di avere successo solo perché hanno preso il biglietto aereo per emigrare. Amici miei, se siete delle inutili teste di minchia inoccupabili in Italia, cosa vi fa pensare che andare in UK vi renda magicamente persone che tutti vogliono assumere? Le scelte sono due: o prendete un titolo di studio o un'esperienza professionale utili in Italia, oppure venite qui e iniziate a studiare. Se venite qui con la laurea DAMS non siete buoni neanche per lavare i cessi.

Secondo errore: il "lavoretto" non lo troverete mai

Con "lavoretto" si intende un lavoro che può essere fatto da chiunque, anche da chi non ha esperienze o titoli utili. Ovviamente, per ogni "lavoretto" si presenterà UN MARE DI GENTE, tra cui persone che vi passeranno davanti in ogni caso, ad esempio:

  • Personale del luogo che parla perfettamente l'inglese e il dialetto locale
  • Immigrati di merda che si accollano di lavorare praticamente gratis
  • Sedicenni locali che, per legge, possono essere pagati meno di voi
  • Gente che si accolla di lavorare a gratis pur di fare curriculum
  • Gente costretta dal Jobcentre a lavorare a gratis pur di fare curriculum (di questo parlerò in un altro post, è davvero scandaloso)
  • Indiani/pakistani con lauree in economia o matematica finanziaria che si accollano tranquillamente di fare gli operai o i lavapiatti

Quando vi presenterete dal datore di lavoro, sempre che lui si abbassi a concedervi un colloquio, la sua domanda inespressa sarà: "Perché devo assumere te e non uno delle categorie di cui sopra che mi costa di meno e/o lavora meglio?". Starà a voi rispondere a questa domanda, possibilmente senza mettervi a piangere e senza offrirvi di fargli i bocchini alla fine del turno di lavoro (qui è poco apprezzato, soprattutto se siete maschi).

Terzo errore: non siete i soli qui

Negli ultimi anni sono arrivati un mare di immigranti da mezza Europa. Spagnoli, portoghesi, rumeni, albanesi, italiani e così via, tutti disperati e tutti ansiosi di rifarsi una vita. Quando andrete a cercare lavoro dovrete affrontare la concorrenza di tantissimi altri immigrati, molti dei quali più giovani e più qualificati di voi. Diciamolo, in linea di massima gli italiani sono delle mezzeseghe e la concorrenza è spietata. Non potete ringiovanire, quindi dovete accumulare conoscenze e competenze a un ritmo serratissimo, cosa che molti italiani non capiscono. Non crediate che la vostra laurea o i vostri due annetti di esperienza interinale vi rendano appetibili, ci sono altri molto più qualificati in giro.
Inoltre, negli ultimi anni sono arrivati davvero troppi immigrati. I city councils diventano MOLTO ostili quando vedono che siete immigrati all'avventura senza agganci e senza trovarvi un lavoro prima, e cercheranno di rendervi la vita davvero difficile. Le pratiche si perderanno, ci saranno strani ritardi e intoppi burocratici, la vita sarà davvero difficile. Ad esempio, ottenere gli housing benefits da immigrati è diventato molto più difficile negli ultimi anni, cosa di cui dovete tenere conto!

Quarto errore: cosa sapete fare?

Immaginatevi la situazione: siete in macchina e una merda di camionista albanegro ubriaco vi tampona di brutto. Voi non vi fate niente, ma la vostra ragazza si prende una brutta botta e inizia a perdere un sacco di sangue. Si presenta un tipo, guarda la ragazza sanguinante a terra e dice: "Ci penso io!", mentre prende un coltello e fa per cominciare a tagliare. Voi lo fermate e gli chiedete se è un dottore o un soccorritore, e lui vi risponde in tono offeso, dicendo di essere una bravissima persona, di essere onesto e affidabile, di avere un corso di webmaster e una fedina penale immacolata. A questo punto lo fermate e gli urlate che non ve ne frega un cazzo, che vi serve una persona che sappia fermare un'emorragia QUI E ORA.
A questo punto il tizio è offeso e agitato. Vi dice che siete superficiali e pretenziosi, dato che non tenete conto delle sue buone qualità e del suo buon carattere. Lui vi dirà: "Sono una bravissima persona, giovane e desiderosa di imparare. Con tutte queste buone qualità che ho, serve davvero che io sappia arrestare un'emorragia?"
A questo punto, voi gli rispondete: "Ma porco il tuo dio che ti ha fatto nascere, non me ne frega un'amatissima minchia delle tue buone qualità! Voglio uno che sappia salvare la vita della mia ragazza qui e ora, testazza di minchia scoppolata!"

Ecco qui, la situazione in cui viviamo è questa. Voi siete la testa di minchia col coltello, la società è il fidanzato incazzato. A nessuno frega un cazzo delle vostre qualità morali, della vostra gioventù e della vostra laurea in lettere moderne. Alla società interessa che voi sappiate fare qualcosa di UTILE e che lo sappiate fare bene, in modo professionale e senza perderci troppo tempo.

Volete che la società britannica vi accolga? Imparate a fare qualcosa di UTILE in Italia, oppure partitevene con qualche migliaio di euro dietro e state qualche mese a studiare full time per imparare a fare qualcosa di utile. Non crediate che il vostro titolo italiano vi faccia valere qualcosa, a meno che non sia qualcosa tipo una specializzazione in medicina o una laurea seria in ingegneria. PROTIP: la laurea al DAMS non rientra tra i titoli.

Non crediate che la società di qui vi debba qualcosa solo perché siete immigrati dall'Italia. Se siete delle mezzeseghe l'UK vi darà talmente poco che non ci sopravviverete neanche.

Conclusione 1

Dioporco

Conclusione 2

Emigrate, ma solo se sapete già l'inglese e se sapete fare qualcosa di utile. Altrimenti statevene in Italia, quantomeno non vi spenderete tutti i risparmi per poi tornare a casa cornuti e mazziati!

5 commenti :

  1. dio coatto quanto sei volgare e fottutamente realistico.
    Anche se soffri della sindrome di Tourette (e ne comprendo appieno il motivo), apprezzo i contrasti forti e l'acume intellettuale imbastardito e sfregiato dalla volgarità e dalla rozzezza di un'incazzatura civile ma corretta, quindi 1000 volte meglio uno come te che dice senza peli sulla lingua (e sul buco di culo) come stanno le cose, che la propaganda buonista a cuoricini rosa di tutti quei cianciaroni menestrelli cantastorie che sproloquiano "Venite in UK, trovate il lavoro in due settimane, Tizio e Caia l'hanno già fatto e adesso sono felici e contenti e stanno mille volte meglio di voi italioti ciucciamammelle sfigati del cazzo"...
    E quindi fanculo te e la tua ragione di merda, vacca troia inculata da un cammello bavoso.
    La merda c'è in qualsiasi angolo del pianeta perchè la feccia umana e' feccia umana dappertutto (dio cagone incontinente con la d minuscola, che se quel giorno lo spirito rottinculo santo si faceva una sega celestiale invece di ingravidare la madonna era meglio).
    L'animo umano è corruttibile fin dal grembo materno e siamo tutti una massa di disperati viventi venuti al mondo da uno schizzo di sperma tra il vomito nauseabondo e l'olezzo putrido dell'ignoranza di chi ci ha preceduti; alcuni più consapevoli, altri meno.
    Concordo sulla tua visione apocalittica, aggiungo WAR and HATE e non dirò altro.
    Se non che "porco dio" è un insulto ai porci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nema e porciddio, anonimo commentatore. Dimmi, si vede molta di questa propaganda rose e fiori in italia? Ai miei tempi, cinque anni fa, non si vedevano altro che storie dell'orrore in cui gli emigranti italiani venivano picchiati, torturati, rapiti, imbrogliati e costretti a mangiare pasta scotta e te' col latte. Sembrava che si facesse di tutto pur di non fare scappare i cervelli! Forse hanno cambiato registro ultimamente?

      Elimina
  2. Innanzitutto: dio cane e la madonna in calore.
    In secondo luogo, caro rett-ano, l'anonimo è in realtà: un'anonima.
    Nel mio commento mi riferivo ad esempio ad articoli come questo: http://www.ilgiornale.it/news/mondo/mia-figlia-nella-scozia-miracolo-cos-ha-trovato-lavoro-unora-1046492.html
    In questo articolo si parla della Scozia...e la Scozia fa parte dell'UK. Quindi, mi chiedevo se il tuo articolo, caro rett-ano, si riferisse in particolare a Londra o ad altre grandi città dell'Inghilterra. Magari la realtà è diversa in Scozia? Chissà.
    E comunque San Giuseppe che dà fuoco alla mangiatoia con Gesù bambino dentro.
    Così sia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto, complimenti per l'adesione alle regole di posting di Cristo con la croce nel culo! L'articolo del giornale è, ovviamente, scritto col culo da un "giornalista" che in un giornale decente non entrerebbe neanche per lavare le finestre. Ci sono un sacco di inesattezze e di cazzate. A meno che la figliola non sia veramente una bella figa, le possibilità di trovare un lavoro simile sono basse.

      Secondo, io mi riferivo a Londonistan perchè è una città che ha attirato falliti, cazzari, imbroglioni, ladruncoli, spaccini e laureati al DOWNS o in "scienze della comunicazione anale col cristaccio" da mezza Europa. Seriamente, se sai fare qualcosa vai in un'altra città, se non sai fare un cazzo vai a Londonistan. Per questo ci sono situazioni particolari e una quantità enorme di cazzari!

      Elimina
  3. Padre Pio mongolo ,
    Dio boia ho vissuto tre anni a Bristol e fortunatamente avevo trovato lavoro in una signora azienda di impianti elettrici in "provincia " di Bristol,25 dipendenti e appalti vari Dio merdoso.
    Dio cane sono stato soddisfatto dell'esperienza ma quando mi sono reso conto di restare sempre straniero ho iniziato a stufarmi. Quello che dici è Vero, emigrare non è per tutti perché possiamo essere scartati ad un colloquio per un apprendista del posto il quale capisce chiaramente la lingua alla perfezione. Dio merdoso

    RispondiElimina

Ma che cazzo vuoi? Chi sono secondo te, quel porco di cristo?