Emigrante

Per i post relativi all'immigrazione in UK pregasi cliccare "Inghilterra" nell'indice a destra, piccoli bambini speciali!

sabato 18 luglio 2015

Perchè bestemmiare?

Cari amici, mi è venuta voglia di rispondere alla domanda che mi viene posta spesso, ossia:

"Perchè bestemmi come un turco se dici di non credere in dio?"

Premessa 


Dioporco


La bestemmia


Quando si parla di bestemmia, la prima cosa da considerare è la persona che sta bestemmiando. Se si tratta di un veneto o di un friulano, allora la bestemmia è da considerarsi come una congiunzione. La conversazione media tra due veneti medi su un argomento qualunque contiene più bestemmie di questo blog, ma sono bestemmie pronunciate con naturalezza e innocenza. Quando il veneto paragona dio a tutti gli animali più fetenti che conosce, non lo fa per odio verso dio ma semplicemente perché è abituato a parlare così. Insomma, la bestemmia di una persona abituata a bestemmiare dalla nascita può anche essere ignorata dato che le sue bestemmie non hanno alcuna valenza.

OK, Germano, la smetto!



La bestemmia ha un valore completamente diverso se pronunciata da uno che è cresciuto in un ambiente cattobigotto. Per una persona del genere la bestemmia rappresenta un atto di ribellione conto una cultura e una società soffocanti in cui si trova male. Bestemmiare è un atto di ribellione estremamente efficace, perchè attacca i convincimenti che sono stati inculcati fin dall'infanzia. 

Ecco, cazzo, ditemi se non avete voglia di bestemmiare!

Crescere in un ambiente cattobigotto è una cosa orrenda, ogni azione e ogni pensiero deve essere represso e conformato alla norma locale. Tanti escono da ambienti del genere e smettono di frequentare parrocchie, ma restano bigotti e indottrinati per tutta la vita. 

Perchè bestemmiare?


Allora, immaginatevi di essere usciti vivi da un ambiente tipo quello della foto di sopra. Anche se razionalmente avete rifiutato tutte le stronzate che vi hanno costretto a ripetere, vi rendete conto che avete interiorizzato molte di quelle stronzate. Provate ancora un senso di timore e di rispetto per il sacro, Sobbalzate inconsciamente quando qualcuno bestemmia o fa qualche atto blasfemo. Come liberarsi da questi condizionamenti?

Chiunque abbia avuto a che fare con l'educazione sa bene che ci vogliono pochi mesi di indottrinamento per sviluppare un automatismo che resterà attivo per tutta la vita: pensate agli automatismi appresi durante il CAR o durante un paio di settimane di addestramento intensivo alla difesa personale. Quegli automatismi restano tutta la vita, anche se non vengono usati per anni, sempre pronti a scattare appena le circostanze sono quelle giuste.

Ciò vale molto di più per gli automatismi morali, specialmente quelli insegnati a forza durante l'infanzia. Ho visto molte persone cresciute in ambienti atrocemente soffocanti che continuavano a seguire le stesse leggi idiote, illogiche e castranti anche quando potevano cambiare ambiente e rifarsi una vita. Il vecchio detto è sempre valido: "Puoi togliere il terrone dalla Terronia, ma non potrai mai togliere la Terronia dal terrone!"

Terroni tipici: puoi portarli anche a Oslo o a New York e continueranno a vivere allo stesso modo!

A questo punto, la domanda è: come liberarsi? Purtoppo il processo di liberazione è lungo, doloroso e per nulla facile: bisogna sforzarsi di fare cose che sarebbero orrende e immorali dal punto di vista della vecchia mentalità. Le prime volte sarà difficile, doloroso e parecchio faticoso, ma i risultati non tarderanno ad arrivare. Le prime volte la sensazione sarà strana: vi chiederete come mai non arriva un fulmine a ciel sereno ad incenerirvi per quello che avete fatto. La sensazione di vuoto è quasi insopportabile, così come la consapevolezza che non esiste alcun dio pronto a incenerivi per le vostre azioni. Che sia questo il "crepuscolo degli idoli" di cui si parla tanto?

Conclusioni


Insomma, riassumendo, prima di eliminare il bigotto nella società bisogna ammazzare il bigotto dentro sé stessi. Per fare ciò, bisogna fare le cose che la vostra educazione considera blasfeme e immorali, fino a che non ci si libera completamente dal condizionamento. Nel caso del tipico condizionamento a sfondo cattobigotto, bestemmiare come turchi è una pratica utile ed efficace.

E' utile dire che "blasfemo e immorale" varia a seconda della situazione e che non implica necessariamente qualcosa di illegale, stupido o pericoloso. Forse la vostra educazione considera immorale iniettarsi kobrett in endovena con una siringa usata 24 volte. In tal caso, l'educazione ha ragione e il processo di rieducazione non è necessario.

9 commenti :

  1. Interessante spiegazione. Ma poi perché si dice "bestemmiare come un turco"? Si sta forse parlando di Okan? Di Okan, certo, di Okan!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un modo di dire delle mie parti, probabilmente un ricordo dell'invasione araba o delle razzie dei pirati barbareschi. PS: Dio nematoda.

      Elimina
  2. Nella mia esperienza personale di toscano proveniente da una delle due citta' a maggioranza cattolica della regione (Lucca, che ai bei teNpi garantiva alla DC di destra il 70% dei voti), noto una differenza tra le bestemmie nostre e quelle degli italiani del nord. Noi si tende di piu' a invocare la madonnina nelle sue varie occupazioni quotidiane, il dio barbuto associato a questa o quella bestia e' quasi un intercalare come il "cioe'" dei giovani d'oggi.
    Voglio dire: in una frase puoi mettere anche due o tre "dio maiale", pero' la chiusura con la madonna puttana e' quella che da forza al tutto, che sostanzia e cementa il ragionamento (??!!!). Pero' il moccolo terzarolato come liberazione dal giogo ideologico secolare, che ti aveva promesso dannazione e fiamme infernali al solo pensare alla bestemmia, e' credibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'informazione, ho avuto esperienza solo con siculi, calabri, emiliani, veneti e bresciani. I toscani mi mancavano.

      Elimina
  3. Vuoi un toscano? Eccomi. Dio savoiardo inzuppato nella merda sciolta della troia della madonna pelosa

    RispondiElimina
  4. Sarò ricordato come una delle poche persone di San Giovanni a Teduccio che bestemmia.
    Dio ratto.

    RispondiElimina
  5. Dio porco e madonna cagna!
    Ma chi cazzo mi spiega come ha fatto un porco a uscire dalla figa di una cagna???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un dogma della Santa Madre Chiesa, figliolo!

      Elimina

Ma che cazzo vuoi? Chi sono secondo te, quel porco di cristo?