Emigrante

Per i post relativi all'immigrazione in UK pregasi cliccare "Inghilterra" nell'indice a destra, piccoli bambini speciali!

venerdì 2 ottobre 2015

2083 Una dichiarazione di indipendenza europea - Libro 2.25 Capitalismo contro la libertà

        

          2.25 Capitalismo contro la libertà


Il 20mo secolo è stato caratterizzato da tre importanti sviluppi politici: la crescita della democrazia, la crescita del potere delle corporazioni, la crescita della propaganda corporativa contro la democrazia

Alex Carey, sociologo australiano


Ci sono sempre più compagnie che stanno cedendo alle pressioni dei maomettani contro [1] il film di Geert Wilders contro l'Islam. Intanto, nei miei scritti parlo sempre male dei marxisti, anche perchè se lo meritano[2]. Onestamente, penso che sia impossibile scrivere qualcosa dei problemi dell'Occidente senza parlare nemmeno una volta degli atti distruttivi del marxismo.

Nonostante ciò, i marxisti non hanno abbastanza potere da generare i problemi che abbiamo per ora. Uno dovrebbe essere cieco per non vedere i legami commerciali tra l'occidente e il mondo maomettano, in particolare tra Europa e Medio Oriente ma anche tra Stati Uniti e Arabia Saudita. Sappiamo tutti che al mondo contano solo i soldi! Non c'è bisogno di essere un socialista per capire che gli interessi a breve termine delle corporazioni non coincidono con gli interessi a lungo termine delle nazioni, particolarmente riguardo all'immigrazione. Le multinazionali non dovrebbero influenzare le politiche dell'immigrazione, soprattutto perchè per definizione sono entità che non hanno legami con nessuna nazione.

E' vero che il capitalismo vuole la libertà? Molti conservatori pensano di si, ma forse non è sempre così.
L'Unione Europea, ad esempio, può essere vista sotto varie prospettive. Da certi punti di vista, è un'utopia comunista guidata da una casta di burocrati intoccabili stile Unione Sovietica. Ciò è vero, ma non basta definire l'UE come un'organizzazione marxista per capirla appieno. L'UE ha sempre avuto il sostegno delle corporazioni, che volevano accesso ai mercati europei e che non avevano alcun interesse nella difesa dei confini nazionali o della sovranità nazionale.
Sono preoccupato dal modo in cui parecchie corporazioni occidentali hanno deciso di piegarsi alle richieste dei maomettani riguardo alla censura. Nei casi delle vignette danesi e del film di Wilders in Olanda, le corporazioni sono state le prime ad attaccare le libertà occidentali dato che non hanno interesse a difendere altro che i loro profitti. Aggiungiamo il fatto che molte corporazioni sono a favore dell'immigrazione selvaggia, dato che per loro significa avere accesso a manodopera a basso costo. Insomma, le corporazioni finiscono per contribuire all'islamizzazione, che lo vogliano o no.
Come disse Thomas Jefferson: I mercanti non hanno nazione. Loro non sono legati al luogo in cui si trovano, quanto al luogo da cui arrivano i loro profitti
Il giornale De Volkskrant scrive che le compagnie olandesi hanno iniziato un boicottaggio [3]. Le compagnie Zwanenberg e Friesland Foods hanno pagato dei giornali in Giordania per pubblicare pagine contro il film Fitna diretto dal politico Geert Wilders.

La settimana scorsa il gruppo The Messenger of Allah Unites Us ha citato Wilders presso una corte giordana, accusandolo di razzismo e di istigazione all'odio verso i musulmani. Wilders teme che la Giordania potrebbe emettere un mandato di cattura internazionale contro di lui. 

Il gruppo, noto per avere organizzato un boicottaggio dei prodotti danesi a causa delle vignette su Maometto, ha iniziato un boicottaggio dei prodotti olandesi. Il giornale De Volkskrant dichiara che:

Tutte le agenzie di viaggi di Amman hanno ricevuto una lettera in cui gli si chiedeva di non fare affari con la KLM. La lettera sarà distribuita in tutti i paesi arabi

Il segretario del gruppo the Messenger of Allah Unites Us, Zakaria Sheikh, dice di avere stampato un milione di poster che ordinano il boicottaggio dei prodotti olandesi, e che le compagnie olandesi saranno escluse dalla lista solo se pagheranno i giornali in Giordania per denigrare il film. 

Nel suo comunicato, la compagnia Zwanenberg Food Group afferma che rifiuta le opinioni e le descrizioni del film di Wilders. Condanniamo fermamente i commenti anti islamici e riteniamo che non siano altro che insulti.

La compagnia ha espresso la sua solidarietà verso la campagna del gruppo The Messenger of Allah Unites Us nel suo tentativo di ottenere una legislazione internazionale che condanni gli insulti alla religione, inclusi quelli contro l'Islam e il suo Profeta.



Dal Brussels Journal[4]:



VNO-NCW, la Federazione dei datori di lavoro olandesi, ha chiesto ai suoi avvocati di esaminare la possibilità di chiedere i danni per i mancati introiti a Mr Wilders, dato il boicottaggio dei prodotti olandesi da parte dei Musulmani infuriati contro il suo film e contro il fatto che l'Olanda non lo abbia censurato. Il segretario della VNO-NCW ha dichiarato che: Le compagnie come la Shell, la Philips e la Unilever sono facilmente riconoscibili come compagnie olandesi. Non so quanti soldi abbia Mr. Wilders e quanto sia assicurato, ma se abbiamo sofferto un boicottaggio per colpa sua vedremo se sarà possibile chiedergli un risarcimento. A Novembre, Doekle Terpstra, membro del consiglio dell'Unilever, ha incitato gli olandesi a insorgere contro Wilders, definendolo come un uomo malvagio che deve essere fermato

Fonti:

http://gatesofvienna.blogspot.com/2008/06/is-capitalism-always-force-for-freedom.html

1. http://www.expatica.com/nl/articles/news/Zwanenberg-and-Friesland-Foods-condemn-Fitna.html
2. http://www.opendemocracy.net/article/open-borders-global-future
3. http://www.expatica.com/nl/articles/news/Zwanenberg-and-Friesland-Foods-condemn-Fitna.html
4. http://www.brusselsjournal.com/node/3145



5 commenti :

  1. Caro, sei per caso un membro del "WhiteGenocideProject"?

    C'è però da ammettere (almeno, io lo ammetto) che la Società Occidentale del Benessere (Welfare State) ha generato dei molluschi nel corso degli anni, con l'avanzare delle generazioni e del consumismo. Non so te, ma qui in Inghilterra mi dà l'idea quasi palpabile di quella che era la teoria in "Ubik", di Dick, tutto è già consumato ed andato a male prima ancora che possiamo usufruire di un bene di consumo. I bianchi, mio cari, sono cambiati molto, e ovviamente in peggio. Di tanto in tanto mi soffermo a guardare a noi con quegli occhi coi quali potremmo essere osservati dai cosiddetti "maomettani"....chetelodicoafare. Palesemente siamo una razza resa più stupida dalla nostra pigrizia e dall'avere praticamente tutto. Ok, prima si pensa ai bisogni primari, quindi è chiaro che per soddisfare i bisogni più alti dobbiamo avere un buon lavoro, un posto che ci "appartiene" dove vivere, ecc. Ma non mi pare si stia contribuendo a rafforzare la razza bianca accumulando beni e seguendo bisogni, anzi. Cosa mai potrebbero vedere in noi le generazioni con appartenenza multiple, con valori e credenze in antitesi tra loro? Il meglio dell'uomo, paradossalmente, viene espresso quando c'è qualcosa per cui combattere, e se per loro (per forza di cose, non avendo proprio quella moltitudine di stimoli ad ispirarli.) è la religione, la sola e l'unica per gli estremisti, ma con qualche possibilità di messa in discussione con i figli di immigrati, è palesemente scontato che il risultato è quello di renderli più forti e tenaci di noi al momento. Noi che oggettivamente abbiamo tutte quelle libertà che i nostri genitori credevano ci avrebbero innalzato di livello, ma che contrariamente alle loro aspettative ci sta solo rendendo, prima del tempo, attori di un film alla "Idiocracy". Non me la sento di biasimare troppo chi crede fermamente nel nostro declino. Qui sembra che basti possedere le qualità anatomiche giuste di uomo e donna per darti subito i diritti a mettere al mondo una creatura condannata in partenza (scusate ma solo un ottimista impenitente o un cretino potrebbe ancora volere fare figli a questo mondo), ma qui non siamo nella fottuta da Hallà IslamaLand, qui in teoria siamo in un Paese della Società Occidentale Europea, in cui teoricamente avremmo gli elementi per aprirci a una coscienza superiore, nel valutare le responsabilità che seguono alle nostre scelte. Invece, di fatto, puoi tranquillamente raccattare le prime stampelle che trovi in un qualsiasi reparto ospedaliero per farti catalogare come invalido e succhiare come un'ameba senza arte né parte le finanze del Governo che poi sono le finanze del Popolo.
    Detto questo...dovesse succedere quello che succederà, va bene: in quanto donna occidentale verrò sicuramente messa al patibolo e il mio obbligo è solo quello di aprire le gambe e stare in silenzio (ricorda vagamente i tempi migliori della Terronia, vero?), ma più probabilmente sentirò che noi tutti abbiamo qualcosa a che fare con questo, degli sbagli di valutazione da espiare. O forse vorrei solo credere ancora fermamente che, quando i figli del musulmano emigrante ci guardano vedono qualcosa di buono e per cui vale la pena trovare dei punti in comune, ma..non so, a prima vista mi riuscirebbe difficile se fossi nei loro panni.
    *L T*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono uno di loro, ma condivido le loro posizioni. Il problema e' che sono arrivati troppo tardi e che ci sono persone al potere che fanno di tutto per vanificare i loro sforzi e fare ingoiare agli europei l'ondata finale di merda migrante. Evidentemente le elites si sono rotte i coglioni di questi europei ricchi e viziati che pretendono cose tipo democrazia, liberta', paghe dignitose, ferie, malattia, assicurazione sugli infortuni, maternita' e cosi' via. Meglio avere orde di maomettani che queste cose non le hanno mai viste. Probabilmente sperano di trasformarli in consumatori docili e tranquilli, ma secondo me hanno fatto male i loro calcoli. Basti vedere Londonistan o Leicestshiter per capire che le cose gli sono sfuggite di mano, e pure di brutto. Continuo a chiedermi che razza di donna tu sia: quasi tutte le donne che conosco non fanno altro che parlare dei "poveri rifugiati" e dei "poveri piccoli africani che muoiono di fame per colpa dell'occidente brutto brutto", e che si sentono talmente in colpa che secondo me si farebbero struppare da un branco di musulnegri senza dire una parola. Le uniche che non fanno questi discorsi sono le inglesi di merda che se ne fottono altamente di tutto da quanto sono strafatte di cider e superskank. Dio sventrato e scuoiato, quando vedo come sono andati in merda gli occidentali posso quasi dare ragione ai musulnegri che vogliono distruggere tutto e rendere obbligatoria la Shari'ah. Chissa' come dobbiamo apparirgli sporchi, disgustosi, degradati e senza palle! Comunque tranquilla, in caso io saro' messo al patibolo per avere scritto il blog anti islamico e tu finirai come terza moglie di un maomettano che ti trattera' a cazzo e cazzotti stile marito siculo di "volevo i pantaloni".

      Elimina
    2. Ciao. Devo copiarmi tutti i tuoi articoli prima che la censura filo islamica europea faccia il suo corso.
      Giuseppe giubra63 su Google+
      Anche stamparli e usb key, non si sa mai!

      Elimina
    3. Ottima idea, anche se sono abbastanza al sicuro dato che scrivo in italiano su un blog hostato in UK. Grazie per l'aiuto nella diffusione di questo lavoro, spero che queste idee si diffondano piu' possibile prima che la censura arrivi.

      Elimina
  2. Ah, sorry, dimenticavo: Porcodiddioabbestia!

    ; )

    RispondiElimina

Ma che cazzo vuoi? Chi sono secondo te, quel porco di cristo?